Natività

Qualche anno fa, nel quadro di una mostra intitolata natività, ho creato questo presepe.

Questa mostra era ospitata dal polo museale Cavaliere Giuseppe Avena di Chiusa di Pesio. 

Per l’occasione, avevo recuperato due bicchieri ai quali avevo segato il piede per utilizzarli come aureola appoggiati su due lampadine che fungevano da teste. un terzo piede serviva da culla per il mio bambin Gesù rappresentato nel modo più universale possibile, un cuore. L’essenza dell’amore, alla sua nascita. Un cuore pulsante di vita che rende tutto ciò che lo circonda trasparente ed invisibile. 3 cuori che sono per un attimo l’unica cosa che conta. Il tutto, ovviamente appoggiato su un letto di sabbia dal quale nasce, il vetro. 

Questa opera è stata successivamente esposta alla mostra sui presepi del palazzo Samone a Cuneo l’anno dopo.